Portale informativo e punto di riferimento per lo scrittore emergente

Siete pronti a valutare con attenzione gli editori a cui inviare il vostro manoscritto, la regola principale per entrare a far parte del mondo degli scrittori è di saper selezionare nel modo migliore le case editrici a cui inviare il vostro testo. Ovviamente il consiglio principale è quello di non ricercare solo gli editori e le case editrici della vostra città ma di avere la possibilità di selezionare tutte le aziende attive in Italia.

Ovviamente la suddivisione della ricerca deve avvenire per i grandi, medi e piccoli editori, ognuna di queste presenze editoriali può offrirvi il meglio mai desiderato e vi aiuterà a valutare la scelta migliore, la soluzione migliore sarebbe quella di riuscire a lavorare con grandi e piccoli editori. Non si tratta di un’impresa facile ma non dovete pensare che sia impossibile, le possibilità sono ridotte ma ovviamente il modo migliore per valutare è la calma.

Secondo il nostro punto di vista un aspirante scrittore deve inviare il romanzo a più editori possibili per avere maggiori possibilità di risposta e soprattutto inviare manoscritti in giro per tutta l’Italia. Inoltre, dovrete riuscire a selezionare i piccoli editori, quelli che nella maggior parte dei casi pubblicano le persone emergenti, qui suddividete quelli che richiedono un contributo e quelli che non lo chiedono. Chi ha la possibilità di pagare, ovviamente avrà anche maggiori possibilità di raggiungere la pubblicazione in tempi brevi ma non aspettatevi una grande pubblicità, ma non tantissima gloria. Inoltre la classificazione dovrebbe avvenire anche in merito al tipo di contributo che viene richiesto, esisto case editrici che richiedono un contributo moderato, altri che sono dei veri ladri e piccoli editori che offrono servizi on demand.

Gli ultimi della lista sono quelli che offrono le caratteristiche migliori, quelli che richiedono un tot di soldi sono le piccole imprese che vengono create da appassionati o da associazioni culturali. Lasciate perdere le imprese editoriali che richiedono un sacco di soldi, infatti, se ogni editore guadagna dal contributo dall’autore non ha motivo di chiedere ulteriori soldi. Per fortuna su internet si parla molto male di questi servizi, quindi vi consigliamo di fare un giro sui forum e capire con quale contratto di edizione vengono proposti. I servizi print on demand, sono degli editori che nella maggior parte dei casi utilizzano dei codici ISBN. Peccato che tra i loro servizi non ci sia integrato il servizio di editing e nemmeno la distribuzione del testo nelle librerie. Il vantaggio di questi servizi è quello di stampare i volumi e richiedono poche copie anche a un prezzo piuttosto contenuto.

Prima di procedere con la vostra analisi, assicuratevi di aver visualizzato la modalità d’invio dei manoscritti, inoltre assicuratevi di inviare tutto il materiale necessario, magari solo un pezzo della storia oppure il romanzo intero, sinossi o lettera di presentazione. Molto importante è anche il genere che desiderate inviare, esistono degli strumenti utili e incredibili, che vi permetteranno di capire se il vostro racconto è adatto al tipo di casa editrice che avete selezionato. I migliori editori si selezionano in questo modo, fare le ricerche su internet, permette di risparmiare un sacco di tempo e soprattutto analizzare la scelta migliore, senza fare brutte figure, abbiate il coraggio di valutare al meglio ogni tipo di progetto, assicuratevi di avere tanti strumenti a vostra disposizione e alla fine un bel in bocca al lupo ci vuole. Non siate così paurosi, alla fine il mondo dell’editoria ha molto da offrire a chi ama vivere senza limiti e con il massimo ottimismo. Credere in voi e nel vostro stile di scrittura vi aiuterà tantissimo.

Articoli recenti