Portale informativo e punto di riferimento per lo scrittore emergente

Editori italiani

Gli scrittori esordienti sono spesso sicuri che entrare a far parte del mondo dell’editoria italiana sia molto semplice, abbiamo selezionato per voi un recente rapporto che parlare chiaramente di quanto siano sconfortanti le notizie relativi a questo settore. Mettiamo inconsiderazione il primo dettaglio, in Italia sono presenti almeno 57 milioni di potenziale lettore, il 47% du essi legge almeno un libro all’anno e la restante percentuale, non leggere mai nemmeno un libro.

Ecco i dettagli di quest’analisi che fanno ben capire come funziona il mondo editoriale: – 46% degli italiani legge poco, da uno a massimo 3 libri all’anno – il 24% arriva fino a un massimo di sei libri – 15% arriva a massimo undici libri in ogni caso, un buon numero per gli appassionati di lettura. Queste cifre fanno ben capire quanto la lettura in Italia sia poco considerata, se volete entrare a far parte del mondo della carta stampata, dovrete riuscire ad attirare l’attenzione del maggior numero dei lettori interessanti soprattutto a libri tecnici, informatici, medici e dedicati ad altre mille professioni che riguardano il web. I romanzi vanno ancora di moda non c’è dubbio ma anche il settore dell’editoria non fa altro che accedere al mondo fantastico e originale dell’informatica che ormai ha preso il sopravvento da diversi anni. Siete ancora sicuri che la fatica più grossa sia quella di scrivere un libro? Dietro a questo progetto ci sarà da curare la pubblicazione e sperare che tutto vada bene. Se fiin da subito tutto potrebbe risultarvi interessante, non abbandonate subito il vostro progetto: Mai arrendersi alla prima difficoltà. L’illusione è il più brutto sentimento che ogni aspirante scrittore possa mai desiderare ma poco alla volta, vi accorgerete che i vostri sogni, per gli editori sono solo un mucchio di pagine da analizzare e approfondire. Chi è davvero convinto di presentarvi questa strada, non dovrà fare a meno di pensare che la pubblicazione sia facile ed immediata, preparatevi ad affrontare una strada lunga e pesane da sopportare. Voi sarete sempre considerati come quelli che desiderano vendere a tutti i costi, il proprio libro, presentandolo nella maniera migliore possibile, se tutto questo vi sembra incredibile, continuate a crederci e lasciate perdere le critiche altrui. Non prendere per oro colato tutto quello che vi dicono gli altri, potrebbero fare a posta per aiutarvi a valutare la scelta migliore mai vista prima, solo in questo modo potrete valutare la scelta migliore, analizzare nel dettaglio, tutti i vari aspetti e assicuratevi che tutto andrà per il meglio. Con un pizzico di fantasia maggiore e con tanta sicurezza, potrete andare davvero lontano e arriverà il momento di attirare l’attenzione con frasi buffe e fastidiose. Cercate sempre di non andare in caos se vi sarà data un a critica, invece considerate sempre al fatto di dover creare un libro unico e originale che non semplificherà la vita, se tutto questo non accadrà, possiamo confermare che non siete preoccupate di vi st affiderà ai vostri scritti per il sperimentare il mondo della lettura. Ricordatevi sempre che avete scelto un mondo lavoratici davvero complesso in cui creare un lavoro a tutti gli effetti, siamo, sinceri, solo i migliori potranno ottenere risultati davvero interessanti, per tutti gli altri, sarà necessario accedere a un mondo d’incredibile e mai visto fino ad ora, che a prima vista può anche spaventare. Non bisogna aver paura del proprio talento ma avere dei vantaggi incredibili che vi semplificheranno la salita verso un trono migliore e interessante che vi aiuterà a valutare con attenzione le aspettative migliori del mondo editoriale. Bisogna avere solo un pizzico di pazienza e tutto sarà a vostra completa disposizione.

Non dimentichiamo mai di recensire nuovi libri che potrebbero essere considerati davvero interessanti dai lettori che amano il genere Romanzi Fantasy. Oggi desideriamo parlarvi del libro This is Me scritto da Kety Franzolin, sarà il primo capitolo di una trilogia che appassionerà sicuramente le persone attratte dal mondo fantastico. Non avete paura di vivere le situazioni diverse dal solito, non vi piacerebbe cambiar tutto?

Selene è a protagonista di questo romanzo, This is Me, vede la ragazza pronta a diventare Grande Regina della profezia. Il suo compito è quello di riuscire a riportare equilibrio in un momento molto pericoloso per il suo pianeta. Dietro di lei si nasconde un’oscura protezione che fa tremare il suo futuro, fino al giorno in cui il Grande Saggio si offre volontario per salvarla.
Il Grande Saggio deve, però, essere cauto nel risvegliare i Quattro Elementi, altrimenti potrebbe succedere una situazione molto spiacevole. VI piacerebbe scrivere un romanzo fantasy come questo? Ecco le case editrici di Pisa:
EDIZIONI ETS (S.R.L.)
Piazza Carrara 16

FABRIZIO SERRA EDITORE SRL Dettagli
Via Santa Bibbiana 28

Felice Editore S.r.l 
Via Carducci 60

Edizioni Del Cerro
Via delle Orchidee 17 -

Lasciatevi avvolgere dal mondo delle case editrici di Pisa, per provare a vivere solo il meglio.

 

Affrontiamo la recensione di un altro libro dalla trama interessante e variopinta che di certo fa riflettere sui casi della vita. Un bambino senza voce è il libro della scrittrice Paola Bertini Picasso, che può essere considerato a tutti i livelli testo molto commovente e non adatto a chi è in un momento di tristezza.

La storia raccontata è difficile da comprendere, visto che parla dell’incomunicabilità presente all’interno di una famiglia, visto che questo problema è sempre più attivo all’interno delle famiglie moderne. Il protagonista del romanzo è il piccolo Luca di soli sei anni, unico figlio di una coppia moderna. Il suo svantaggio è quello di essere troppo sensibile e con tanta voglia di ricevere attenzione, il suo desiderio è quello di sentirsi protetto e amato ma in realtà i genitori non si interessano a lui.
Le uniche attenzioni che riceve sono quelle del nonno che lo coccola e lo cura come se fosse davvero il suo figlio. La mamma di Luca fa la giornalista e il padre Avvocato, sono molto innamorati di loro figlio ma non sono mai attenti alla sua vita perché invasi da mille impegni di lavoro che volenti o nolenti, li portano a trascurare il figlio.
Un bel giorno Luca smette di parlare e non fa altro che comunicare con il nonno, ecco la prova del disagio che viene provato da luca e che mettere in allarma la psicologo dalla scuola e una maestra, che si manifestano come persone molto sensibili al problema.
Le due donne uniscono le forze e decidono di fare il possibile per dare una mano a Luca e alla sua famiglia. La vicenda viene narrata nei minimi dettagli e porta la scrittrice Paola Bettini Picasso ad essere travolta dalle emozioni che sembra aver vissuto davvero. La trama che viene messa in evidenza in questo libro, parla chiaramente dei problemi che la maggior parte delle famiglie italiane si trovano a vivere.
I genitori sempre di fretta per il lavoro, poco alla volta non si rendono nemmeno conto che trascurano i loro figli, spesso bambini tanto sensibili che vivono il disagio in vari modi. Un ottimo libro consigliato a chi desidera capire che cosa significa vivere in ambienti familiari di questo tipo, un aiuto per tutte le coppie di genitori che desiderano raggiungere l’importanza della comunicazione e di prendersi cura dei propri figli. Sembra incredibile ma la società di oggi, vive in queste condizioni pessime.
Come affrontare il problema? Grazie all’aiuto di uno psicologo o di uno psichiatra o semplicemente sforzandosi un po’ di più per capire quale mancanze sente il figlio. Un bambino senza voce è un racconto molto vicino alla realtà di oggi, andrebbe letto da tutte le famiglie che rimpiangono di non poter passare un sacco di tempo con i loro figli.
DI certo ai giorni nostri il lavoro è importante ma come rinunciare e arrivare a trascurare il proprio figlio? Difficile conquistare questo livello, la madri che leggeranno questo libro, si sentiranno colpevoli e aiuteranno a valutare l’attenzione più innovativa verso la famiglia e le cure che un bambino ha bisogno di vivere.
Abbiate il coraggio di lasciarvi andare e di vivere al meglio il momento più adatto, non dimenticatevi di dare attenzione alla vostra famiglia, un giorno potreste avere il ripianto. Ecco la conferma di come i libri possano arrivare a conquistare il momento più difficile di una famiglia che non trova mai il tempo per nulla.
Non ci sono parole, questo è il vero mondo in cui viviamo oggi. Non temete il momento per leggere questo libro, si trova per forza perché cattura troppo l’attenzione.

Oggi desideriamo parlarvi di un libro che ha fatto molto leggere e che ha permesso di valutare con attenzione la critica di tantissimi lettori. Noi non siamo qui è disponibile in versione ebook, presso tutte le librerie online, un libro che è riuscito a ricevere il premio Vanity 10 rilasciato da parte di Vanity Fair.
Possiamo considerarla a tutti gli effetti, l’opera più importante per la categoria degli scrittori under 30. L’autrice si chiama Ilaria Margapoti, per lei è il secondo ebook pubblicato nella quarta edizione del torneo letterario Io scrittore. La trama è molto interessante e lascia spazio alla fantasia, quindi gli scrittori fantasiosi non potranno fare a meno di vivere al meglio.

Immaginate una storia dove risulta difficile cercare una persona di cui non si conosce nemmeno il nome, ma un nickname. Dietro di esso si nasconde e si rivela al tempo stesso, una persona che rivela i suoi sogni, e mozioni e pensieri. Ed è possibile che il silenzio di Eden sia da mettere in relazione con la scomparsa di Edige, una ragazza che frequentava l’università di Roma. Come è possibile che tutto sia avvenuto nello steso periodo?
Forse il silenzio di eden nasconde una relazione nascosta oppure si tratta di un allontanamento volontario o ancora di un suicidio o forse di un omicidio? Intricata la trama che riuscirà a farvi vivere grandi e preziosi sensazioni ad ogni capitolo. Troppe domande e troppe risposte a cui non è possibile dare una chiarezza.
Ovviamente i compagni di chat di questa persona sono in cerca di situazioni e di risposte che offrono dei dettagli unici e incredibili, vogliono sapere se il web è la colpa di questa scomparsa. Nessuno delle persone immagina che la sparizione di Eden, colpirà tutti con un pugno senza limiti.
L’autrice è Ilaria Margapoti, nata a Roma nel 1983 e nel 2010 si è trasferita a Salerno, la sua esperienza è piuttosto variegata, infatti, dopo un’esperienza come ricercatrice universitaria ha scelto di portare avanti con il massimo impegno, l’unica ricerca che le emozioni suscitano in ogni persona. Quella sulla vita e tante storie che la compongono dentro al mondo.
Un grande successo per una giovane scrittrice che spera in tutto e che le vendite del suo romanzo sia sempre più elevata. Il libro è da leggere con calma, perché è da comprende e valutare con una certa attenzione l’analisi che viene analizzata dalla dall’autrice. Il libro ha ricevuto il premio per essere un racconto ricco di ricchezza e di esasperazione, dove la vita è sempre la particolare vita che aiuta tutti a vivere in maniera diversa.
Abbiamo avuto modo di leggere un libro davvero interessante e che non deluderà i lettori in cerca di suspance e di voglia di vivere. Quindi abbiate il coraggio di poter continuare senza limiti a leggere ogni capitolo, anche se vi sembra strano e particolare questo libro ha molto da offrire a chi desidera amare e vivere la vita in maniera diversa.
Ecco l’innovazione che vi aiuterà a vivere al meglio il modo migliore e le possibilità di condividere la passione per chi vuole vivere al meglio la soluzione autentica e geniale. Abbiate il coraggio è quello di poter vivere al meglio e in ogni momento, la soluzione più indicata per valutare il vostro stile di lettura, un libro impegnato e unico vi avvolgere e completerà a livello elevato fino ad offrirvi il meglio che abbiate mai desiderato.
Non lasciatevi andare, il momento migliore per leggere Noi non siamo uguali è quello di vivere senza pensieri e senza limiti. Abbiate il coraggio di iniziare a leggerlo e non ne potrete più fare a meno.

Analizzando il mercato dell’editoria italiana, ci si accorge in pochissimo tempo che il mondo della lettura non è assolutamente in salita, anzi rispetto agli anni scorsi ha avuto bruschi cali. Forse, la maggior parte degli editori non hanno ancora capito che il loro compito, dovrebbe essere quello di creare lettori e di agire per farli sopravvivere alla voglia di leggere.

Molti danno la colpa al futuro digitali, dove gli e-book e i tablet, stanno lentamente prendendo il posto del libro cartaceo. Il vero problema fondamentale è la mancanza di lettori, secondo un’analisi effettuata di recente, ci si accorge che la diminuzione dei lettori in Italia è molto elevata, si è passati in questi anni dal 46% al 43% della popolazione adulta.
Per non parlare di una pesante diminuzione dei lettori che leggono almeno 1 libro al mese, anche in questo caso, la percentuale era del 14,5% ed è diminuita al 13,9%. Sembra assurdo ma questi sono i dati che fanno crollare l’editoria in Italia, infatti, sono pochissime le persone che leggono molti libri.
La causa di questa situazione, secondo l’Istat è la mancanza di politiche a livello scolastico che non portano l’educazione alla lettura nelle aule, per non parlare di un basso livello culturale della popolazione e di politiche troppo sbagliate che non incentivano all’acquisto dei libri. Oltre a dover valutare che la cultura in Italia sta precipitando senza esito.
Gli editori ogni giorno dovrebbero sforzarsi di popolare le librerie sia reale che online, con dei titoli che sappiano attirare l’attenzione. Questo piccolo fattore invece nemmeno preso in considerazione, la causa sarà la qualità dei libri? Visto che i lettori forti, non vengono invogliati a leggere, tutto precipita senza senso e ovviamente la modernità a portato ad avere poco tempo per leggere.
Probabilmente il mondo editoriale ha bisogno di una svolta, il mestiere dello scrittore a volte viene molto sottovalutato e vi permetterà di accedere all’incredibile possibilità di conquistare il mondo secondo diversi punti di vista, senza la lettura la mente si spegne e ha bisogno di essere analizzata sotto diversi punti di vista.
Ecco che arrivano le possibilità di vivere al meglio, il lettore potrebbe essere invogliato dall’acquisto degli e-book online, avere un’intera biblioteca di libri a portata di mano a prezzo basso, aiuta molto ma forse è necessario fare un’analisi dettagliata di quanto viene proposto.
Siamo sicuri che tutti i libri disponibili fino ad ora, sono quelli davvero più interessanti sotto ogni punto di vista. Alcuni editori online che si occupano di offrire servizi di auto pubblicazione, accettano ogni tipo di libro, giusto per invogliare gli aspiranti scritto nel credere a se stessi.
Purtroppo la situazione non è affatto così ed ecco che il mondo diventa davvero complesso e il circolo non termina mai. Voi che cosa fareste per migliorare il settore editoriale? E’ davvero possibile aumentare il numero di lettori, con un servizio altamente professionale ed elevato, che non delude le aspettative di nessuno?
Ovviamente tutto questo è davvero possibile, bisogna solamente valutare la scelta migliore e capire in che modo è davvero possibile conoscere l’innovazione unica e incredibile che faccia riflettere la popolazione. E’ davvero importante la lettura al giorno d’oggi? Questa domanda la poniamo a voi lettori o aspiranti tali, visto che le vostre scelte portano al fallimento del settore editoriale.
Continuando di questo passo, si arriverà solo a vendere e-book online, la tecnologia basterà a sorreggere un settore particolare e sempre più in declino? Difficile capire dove si andrà di questo passo, di certo con i pochi lettori anche la cultura ne risente e poi non c’è da meravigliarsi se tutti scrivono male.

Abbiate il coraggio di vivere senza limiti e riscoprite il piacere di leggere.

 

Ci siamo, il vostro manoscritto è pronto in tutti i sensi, grazie all’aiuto del vostro amico correttore di bozze, siete riusciti a completare il progetto prima del tempo? Ora viene il momento più pericoloso “la realizzazione della lettera di presentazione”. Oggi non si tratta più di un documento da allegare tanto per bellezza, si tratta dello strumento che farà scartare subito oppure no la vostra candidatura.

Le persone che cercano di entrare nel mondo editoriale, non sanno quanto sia importante questo strumento ed ecco che arrivano curriculum senza lettera e che vengono cestinati senza nemmeno guardargli. Esistono degli errori che non vi consigliamo di fare per evitare il peggio:
- Il primo è proprio quello di non allegare la lettera, le aziende non hanno sempre tanto tempo a disposizione e per questo, il selezionatore che si troverà in mano solo il curriculum, scarterà la vostra proposta.
- Evitate di fare copia e incolla del Curriculum, il documento in questione deve essere un aggiunta in più da non dimenticare e che serve per differenziarsi dalle altre candidature.
- Fate attenzione che sia indicata l’azienda corretta nella parte alta, altrimenti chi scoprirà questo gravissimo errore, cestinerà subito la vostra proposta.
- Ricordatevi anche di non fare una lettera troppo lunga, l’esaminatore deve avere la possibilità di capire in pochi istanti che tipo di candidato siete, quali sono le vostre prospettive e in che modo volete vincere sulla concorrenza.
- Attenzione anche alla grammatica e allo stile di scrittura, non utilizzate la terza persona ma la prima persona singolare. Avete paura di raccontare in poche righe una vostra biografica? Allora siate sicuri e ringraziate sempre alla fine per l’attenzione rivolta verso la vostra lettera.
Ora siete pronti per lanciarvi nel mondo vario degli editori italiani sempre difficili da conquistare, la lettera è pronta? Bene rileggete e inviate pure tramite mail o consegnate di persona.

 

 

Articoli recenti