Portale informativo e punto di riferimento per lo scrittore emergente

Vi siete mai chiesti come valutare una proposta di pubblicazione? Come vi abbiamo già detto in un precedente articolo, vi ricordiamo che prima di firmare un contratto è necessario leggere con attenzione tutte le proposte migliore che ogni editore può offrire. E’ capitato a diversi scrittori esordienti di non rimanere inedito e di veder pubblicato il suo romanzo molto male. Per questo motivo è necessario fare il pieno di consigli su questo sito, consigli da tenere bene a mente prima di firmare con qualsiasi contratto di pubblicazione.

Assicuratevi sempre di scegliere dei contratti certificati, infatti, esistono siti web che permettono di valutare con attenzione i servizi che offrono la migliore certificazione mai vista fino ad ora. Nella maggior parte dei casi le segnalazioni sia positive che negative, possono aiutare a capire quanto gli operatori siano seri e ufficiali. Ricordate sempre che bisogna fare molta attenzione, diversi forum e portale danno un concetto esplicito a tutti gli editori in cerca di soluzioni molto interessati e sotto diversi punti di vista.

Pensate che solo in Italia, esistono più di 1500 case editrici e ovviamente la maggior parte è aperta agli autori emergenti, la ricerca di una pubblicazione diversa dal solito è sempre dietro a l’angolo ma ovviamente bisogna considerare che tipo di offerte vengono offerte dagli editori. Siate sempre nella situazione di poter valutare in maniera corretta la proposta di pubblicazioni, visto che spesso gli autori sono interessati agli aspetti legali. Non bisogna solo soffermarsi sulla richiesta di contributo dell’autore ma anche della parte economica. La posizione fondamentale da calcolare sono gli impegni stipulati tra autore e editore. Di certo sarete praticamente obbligati a cedere i diritti all’autore, se vi chiedono un contributo, assicuratevi che sia piccolo e non elevato, altrimenti vi trovate davanti degli strozzini. E un codice che non può mancare è ISBN, quindi state attenti.

Alla luce dei fatti, possiamo assolutamente dirvi che non è detto che una proposta di pubblicazione preveda in automatico il vostro contributo e sarà meglio la prima versione piuttosto che veder bloccato il proprio libro per un fatto di anni. Inoltre è fondamentale tenere in considerazione che un contratto di pubblicazione non è una legge di Stato, si tratta semplicemente di una proposta commerciale da parte di una casa editrice. Vi siete accorti che all’interno del documento, ci sono dei dettagli che non vi convincono, potrete sempre richiedere informazioni specifiche. Inoltre le possibilità di scoprire se ci sarà davvero la diffusione di una casa editrice, basta verificare il tipo di azienda e procedere con le telefonate alle varie librerie per scoprire se è stato inviato a tutte le librerie in vostro manoscritto. Fate attenzione ai consigli che vi daranno i vostri colleghi aspiranti scrittori, quella è l’unica soluzione magica che non sarà di certo sottovalutata da nessuno.

Anzi la retribuzione è molto importante, quindi se avete sentito che qualcuno ne parla male, lasciate perdere quell’editore in ogni caso. Non dovrete per forza sbloccare la situazione, se vi va bene andrà avanti così ancora per un po’ do tempo. E’ importante ricordare che la strada della pubblicazioni e è difficile da salire ma non impossibile, con la forza di volontà si arriva da tutte le parti quindi state tranquilli che le possibilità non mancano. Siete davvero convinti che amate il vero punto di vista della lettura o della scrittura? Che ne pensate di valutare con attenzione la vostra figura migliore. Abbiate il coraggio di proporre subito un buon libro e potrete essere gli scrittori esordienti più amati del momento. Siete pronti a partecipare? Non vi resta che provare per vedere che cosa può offrirvi il mondo editoriali.

Articoli recenti