Portale informativo e punto di riferimento per lo scrittore emergente

Tutte le persone che si sono affacciate per la prima volta nel mondo dell’editoria, sicuramente avrà preso la scelta di partecipazione a diversi corsi letterari, arriverà il giorno che vi sentirete pronti a presentare il vostro lavoro in una casa editrice e ovviamente i servizi offerti dalle varie agenzie letterarie sono diversi. La maggior parte degli editori, sono capaci di richiedere un contributo per la pubblicazione del vostro libro, sotto forme diverse, dalla preparazione di un numero di copie per il vostro manoscritto, alla partecipazione di uno sponsor all’iniziatica di versare un tot di soldi per poter pubblicare il vostro libro.

Tutti gli scrittori che si sono sentiti pronti e hanno investito il loro contributo hanno voluto raccontare la loro esperienza. In ogni intervista che abbiamo fatto, di certo di ci siamo ritrovati in un mondo incantevole ma pieno di falsità, dove esistono editori onesti, che utilizzano strumento come integrazione dei loro investimenti, mentre la maggior parte degli editori non fa altro che utilizzare questo scopo come quello di abbindolare il malcapitato autore alle prime armi. Purtroppo è brutto ma questa realtà è davvero triste e ovviamente per evitare problemi, la maggior parte degli autori, ha preso lo scopo di abbindolare l’autore che ovviamente si ritrova a stare zitto per non dare via a problemi legali ( molti di loro) raccontano già di aver subito questa richiesta e quindi è meglio evitare le pubblicazioni con richiesta di soldi. Sono tantissimi gli autori che si sono trovati in tantissime situazioni, quindi se vi capita di avvertire questo tipo di strumenti per la pubblicazione del vostro libro, lasciate perdere.

Sono tantissimi gli editori seri che stanno facendo il possibile per gestire questo problema e avviare delle iniziative contro gli editori sfruttatori. Dovevamo parlarvi di queste notizie, perché ogni nuova persona che si porta a vivere queste difficoltà, sa bene quanto sia importante valutare con attenzione le scelte migliori in assoluto. La considerazione che bisogna valutare è il modo di accedere al settore editoriale, in seguito fate attenzione ai servizi offerti. Per esempio assicuratevi sempre di avere a vostra disposizione un codice ISBN, richiesta di affettiva attribuzione alla SIAE dei bollini adesivi da applicare sulle vostre opere, il numero di copie gratuite da assegnare a ogni autore, copie stampate e soprattutto avere sempre sotto controllo il numero di copie effettivamente distribuite. I servizi editoriali che possono essere offerti, di certo non sono simili a quelli di un tipografo, quindi ricordate sempre che nessun editore serio accetta di stampare ogni cosa che gli venga proposta.

E’ molto importante fare attenzione alla presenza dei grassetti, dei corsivi e del cambio di ogni carattere per differenziare il racconto da un dialogo. Nella maggior parte dei casi tutti questi servizi sono offerti da un buon editore e permettono di portare al successo un’opera variabile e molto interessante. Non dimenticate che il libro stampato, deve riuscire a soddisfare diversi requisiti di qualità che non riguardano solo il testo. Molto dipende anche dal tipo della carta scelta e dal numero dei colori della copertina.

In fin dei conti il metodo qualitativo si rispecchia molto nella rilegatura, in ogni caso ogni editore deve anche l’opportunità di leggere con calma tutte le vostre esperienze. Nei casi in cui l’editore non vi ha mai fornito il materiale per valutare la qualità dei prodotti, fate un salto online o in libreria per verificare quale tipo di libri vengono presi in considerazione dall’editore in questione. Non è facile ma è complesso capire che l’andamento disponibile è quello attuale, di un mercato in continua evoluzione.

Articoli recenti