Portale informativo e punto di riferimento per lo scrittore emergente

Vi siete sempre chiesti come sia possibile creare un comunicato stampa efficace e interessante? E’ arrivato il momento di accedere a una breve guida, che v’illustrerà dettagli unici e incredibili che non deluderanno i vostri obiettivi. La regola da seguire è quella delle 5 W, che prevede all’interno del testo tutte le informazioni possibili che un lettore può richiedere o avere bisogno. Se non è stata data una notizia ufficiale, praticamente le tecniche di presentazione di un comunicato stampa non servono a nulla.

Infatti, per riuscire a comunicare bene ogni genere di notizia è importante fornire informazioni fondamentali. Come succede nella maggior parte delle professioni, il giornalismo richiede tantissima attenzione e ovviamente deve esporre, come, dove, quando e in che modo è avvenuto il fatto, questa è la regola fondamentale per riuscire ad andare avanti. Non perdetevi in mille chiacchiere ma assicuratevi subito di dare la notizia, perché gli utenti ricercano subito l’informazione principale, quando saranno raccontati i fatti ufficiali, ci si può permetter di analizzare, dare una propria interpretazione e commentarli. Di solito la persona che offre informazioni di questo tipo è l’addetto stampa, ricordate principalmente che ogni frase ha un soggetto, un predicato, un complemento oggetto. L’unico svantaggio del comunicato stampa è quello di esser stato fatto, per contenere fino ad un massimo di 15 righe, un documento deve essere quindi conciso e composto da tutte le informazioni necessarie che si possono desiderare. In che modo impostare la struttura del testo? Si parte con il soggetto, verbo, complemento oggetto, complementi di tempo e di luogo e altri complementi. Il redattore in un momento successivo, potrà interpretare, commentare e usare diverse forme di stile per rendere il testo ancora più accattivante. Per non fare brutte figure, evitate in ogni caso i gerundi all’aperura dell’articolo, le frasi in sostanza, non dovrebbero essere più lunghe di due o tre righe e soprattutto stop alle ripetizioni, parole buffe e altro di questo tipo. Accertatevi che ogni frase abbia un suono piacevole ed evitate di spezzare parole in modo equivoco, in cui la parte che va a capo sia fonte di derisione. A corredo di ogni testo giornalistico a livelli di comunicato stiamo, dovrete cercare di dotare il testo di tutti gli elementi di corredo che non significa mortificare la professione del giornalista ma ridurre la creatività. La lotta ai minuti e alle parole, fa parte delle caratteristiche quotidiane che in ogni momento possono offrire il meglio e il peggio. State attenti agli errori più frequenti che vengono creati inviando i comunicati ai giornalisti che spesso commettono errori. Cercate sempre di mettere tutte le informazioni essenziali all’interno del testo, senza problemi e con la massima possibilità di rivedere tutto in tempi molto brevi. Meglio scegliere sempre un titolo accattivante, delle foto interessanti e vedrete che poco alla volta, non potrete fare a meno di creare un testo unico e perfetto sotto diversi punti di vista, abbiate il coraggio di valutare con attenzione la scelta migliore e poco alla volta, potrete sempre accedere al mondo incredibile mai visto prima. Nel lavoro del giornalista, editor o copywriter che si occupa dei comunicati stampa è essenziale avere la massima prudenza, cura nel dettaglio ed essere altamente scrupolosi prima di avere brutte sorprese. In questo modo, perché non accedere al mondo incredibile della scrittura, con tante caratteristiche a vostra completa disposizione. Quindi abbiate il coraggio di verificare le vostre difficoltà e così scoprirete quanto sarà importante avere la scelta migliore sotto diversi punti di vista. Siete pronti a preparare il vostro primo comunicato stampa oppure no?

Articoli recenti